Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /var/www/html/plugins/content/fieldsattachment/fieldsattachment.php on line 145

Warning: Use of undefined constant count - assumed 'count' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /var/www/html/templates/awn/html/com_content/article/default.php on line 42

L’internazionalizzazione è la chiave del successo per tutte le attività economiche, poiché offre potenzialità di crescita e varietà delle condizioni di mercato.
Lavorare in contesti culturali diversi può essere una sfida non facile ma comporta un allargamento della propria rete di relazioni, offre possibilità d’incontro con nuove idee e nuove prospettive (aspetto da non sottovalutare per svolgere con successo la professione di architetto) ed espande il potenziale mercato d’azione del proprio studio.

Si stima che nel mondo gli architetti sono circa 3,2 milioni.

Ma dove sono concentrati?
Una sia pur superficiale occhiata alle classifiche è sufficiente per rendersi conto che essi sono soprattutto presenti in quei continenti e in quei Paesi dove la crescita è invece limitata, quando non si è trasformata in decrescita: inutile ricordare che l’Italia spicca, ancora oggi, al primo posto nel mondo (i sensibili cali nelle nostre scuole di architettura non hanno, evidentemente, ancora avuto ricadute sulle iscrizioni agli Ordini professionali).

Gli architetti italiani sono molto apprezzati all’estero, spesso più di quanto immaginiamo, soprattutto in settori quali la conservazione e il restauro, la rigenerazione urbana sostenibile, gli edifici e i quartieri smart, l’interior design e l’arredamento, grazie anche ai successi del design come al talento delle imprese e degli artigiani italiani. Chi si affida a noi pensa alle tre F, Furniture, Fashion e Food, come ai produttori delle auto di lusso, ai nostri centri storici, alla qualità delle finiture, al gusto, alle immagini che esportiamo, in una parola: all’Italian Lifestyle.

Per risponde alle numerose domande dei colleghi che intendono ampliare la loro professione anche in altre zone del mondo il Cnappc ha realizzato a cura del suo Dipartimento Esteri la guida “Lavorare all’estero” che è costantemente aggiornata e arricchita nel tempo, anche con l’aiuto degli iscritti, in particolare di quelli che lavorano o hanno lavorato all’estero e che vorranno condividere le proprie esperienze.

 

Mappa del sito