Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /var/www/html/plugins/content/fieldsattachment/fieldsattachment.php on line 145

Warning: Use of undefined constant count - assumed 'count' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /var/www/html/templates/awn/html/com_content/article/default.php on line 42

La ricostruzione post sisma, le proposte degli architetti  

Il Messaggero – Rieti
4 ottobre 2016

E ora sono gli architetti che sgomitando un po' tra la ressa post-terremoto a provare a dire (e poi a fare) la loro.

Già nei giorni scorsi si erano fatti sentire glia rchitetti delle province colpite dal sisma, e tra loro quelli di Rieti, riuniti in un coordinamento che avrà come sede proprio l'ordine reatino: in un documento esprimevano …

(...) «Vogliamo portare avanti iniziative che assicurino ai territori colpiti un fattivo supporto con la costante presenza degli architetti, che possono mettere a disposizione delle popolazioni tempo, competenze e sostegno per trattare in (...)

 (...) segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione - dice il presidente dell'ordine degli architetti Giuseppe Cappochin - Secondo lo spirito del piano Casa Italia ed in linea con quanto illustrato da Renzo Piano serve un grande sforzo collettivo, ma serve, soprattutto, allargare lo sguardo alla città del futuro (...)

 

Aree terremotate, punto di non ritorno nell’approccio alla ricostruzione. In campo il Consiglio nazionale architetti

Corriere di Rieti
4 ottobre 2016

“Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione. (...)

 

Sisma, mercoledì 5 ottobre il Consiglio nazionale architetti sarà ad Amatrice

rietinvetrina.it
4 ottobre 2016

Mercoledì 5 ottobre, il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, sarà in mattinata ad Amatrice per poi tenere, a partire dalle 15 a Rieti, una seduta straordinaria del Consiglio alla quale parteciperanno rappresentanti degli Ordini provinciali di Ascoli Piceno, Fermo, L’Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.

Amatrice, unitamente agli altri territori colpiti dal recente sisma, segna, secondo il presidente Giuseppe Cappochin, “un punto di non ritorno nell’approccio alla ricostruzione. Serve, infatti, un grande sforzo collettivo, ma serve, soprattutto allagare lo sguardo alla città del futuro, mettendo la persona al centro di un grande progetto strutturale che rivoluzioni il Paese. Sarà un piano lungo decenni – come è nello spirito del piano Casa Italia –  che solo progetti di qualità espressioni di concorsi di architettura possono garantire  e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all’insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose”. (...)

vai alla pagina web di rietinvetrina.it con il testo dell'articolo

 

Architetti: “Amatrice simbolo per la ricostruzione, serve grande progetto che rivoluzioni il Paese”

rietilife.com
4 ottobre 2016

(...) L’idea è ora quella di predisporne uno per la Rete delle professioni tecniche che codifichi le modalità di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte”, chiude. Dopo la visita ad Amatrice, si terrà a Rieti una seduta straordinaria del Consiglio alla quale parteciperanno rappresentanti degli Ordini provinciali di Ascoli Piceno, Fermo, L’Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.

vai alla pagina web di rietilife.com con il testo dell'articolo

 

Cappochin, Architetti, “Amatrice un simbolo di non ritorno nell’approccio alla ricostruzione”

ingenio-web.it
3 ottobre 2016

“Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto segnano un punto di non ritorno nell’approccio alla ricostruzione. (...)

Così Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, insieme ai componenti dello stesso Consiglio, sarà ad Amatrice nella mattinata di mercoledì 5 ottobre.

“Sarà un piano lungo decenni che solo progetti di qualità espressioni di concorsi di architettura possono garantire e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all’insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose”.

Per Walter Baricchi, coordinatore del Dipartimento Cooperazione, Solidarietà e Protezione Civile del Consiglio Nazionale, “Amatrice deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte ciascuno nella peculiarità delle proprie competenze. (...)

vai alla pagina web di ingenio-web.it con il testo dell'articolo

 

 

Il Consiglio Nazionale Architetti ad Amatrice il 5 ottobre

edilportale.com
3 ottobre 2016

(...) Così Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, insieme ai componenti dello stesso Consiglio, sarà ad Amatrice nella mattinata di mercoledì 5 ottobre. “Sarà un piano lungo decenni che solo progetti di qualità espressioni di concorsi di architettura possono garantire  e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all’insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose”.

Per Walter Baricchi, coordinatore del Dipartimento Cooperazione, Solidarietà e Protezione Civile del Consiglio Nazionale, “Amatrice deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte ciascuno nella peculiarità delle proprie competenze. Il Consiglio Nazionale degli Architetti già dispone di un Codice etico per i professionisti volontari che prevede dure sanzioni per quanti possano trarre anche indiretti vantaggi dagli incarichi ricoperti. L’idea è ora quella di predisporne uno per la Rete delle Professioni Tecniche che codifichi le modalità di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte”.

(...) 

vai alla pagina web di edilportale.com con il testo dell'articolo

 

Terremoto Centro Italia, architetti: Amatrice sta diventando il simbolo della ricostruzione

meteoweb.eu
3 ottobre 2016
Filomena Fotia 

vai alla pagina web di meteoweb.eu con il testo dell'articolo

 

Domani visita degli architetti ad Amatrice

mondoprofessionisti.it
3 ottobre 2016

 

vai alla pagina web di mondoprofessionisti.it con il testo dell'articolo

 

Terremoto Centro Italia, architetti: Amatrice sta diventando il simbolo della ricostruzione

zazoom.it
3 ottobre 2016

vai alla pagina web di zazoom.it con il testo dell'articolo

 

Sisma: architetti il 5 a Amatrice, e' 'simbolo ricostruzione'. Si punta a Codice etico per i professionisti tecnici coinvolti

ANSA
3 ottobre 2016

"Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione", dunque, "secondo lo spirito del piano Casa Italia, e in linea con quanto illustrato dall'architetto e senatore a vita Renzo Piano serve un grande sforzo collettivo, ma serve soprattutto allagare lo sguardo alla citta' del futuro, mettendo la persona al centro di un grande progetto strutturale che rivoluzioni il Paese". Ad affermarlo il presidente del Consiglio nazionale degli architetti, Giuseppe Cappochin che, in una nota, annuncia che sara' insieme ai componenti dello stesso Ordine professionale nel comune reatino nella mattinata di mercoledi' 5 ottobre. Amatrice, interviene il coordinatore del Dipartimento Cooperazione, Solidarieta' e Protezione Civile dell'Ordine Walter Baricchi, "deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte", e il Consiglio nazionale degli architetti "gia' dispone di un Codice etico per i professionisti volontari che prevede dure sanzioni per quanti possano trarre anche indiretti vantaggi dagli incarichi ricoperti. L'idea e' ora quella di predisporne uno per la Rete delle professioni tecniche che codifichi le modalita' di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte", chiude. Dopo la visita ad Amatrice, si terra' a Rieti una seduta straordinaria del Consiglio alla quale parteciperanno rappresentanti degli Ordini provinciali di Ascoli Piceno, Fermo, L'Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.  

 

Terremoto. architetti: mercoledi' Consiglio Ordini ad Amatrice, "serve un grande sforzo collettivo per ricostruirla"

DIRE
3 ottobre 2016

"Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione. Secondo lo spirito del piano Casa Italia e in linea con quanto illustrato dall'architetto e senatore a vita Renzo Piano serve, infatti, un grande sforzo collettivo, ma serve, soprattutto allagare lo sguardo alla citta' del futuro, mettendo la persona al centro di un grande progetto strutturale che rivoluzioni il Paese. Tutto cio' nella consapevolezza  - finora purtroppo non pienamente acquisita - di dovere custodire, per trasmetterla alle generazioni che verranno, la bellezza di citta', borghi e territori che abbiamo ereditato". 

Cosi' Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, insieme ai componenti dello stesso Consiglio, sara' ad Amatrice nella mattinata di mercoledi' 5 ottobre.    "Sara' un piano lungo decenni che solo progetti di qualita' espressioni di concorsi di architettura possono garantire  e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all'insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose". 

Per Walter Baricchi, coordinatore del Dipartimento Cooperazione, Solidarieta' e Protezione Civile del Consiglio Nazionale, "Amatrice deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte ciascuno nella peculiarita' delle proprie competenze. Il Consiglio Nazionale degli Architetti gia' dispone di un Codice etico per i professionisti volontari che prevede dure sanzioni per quanti possano trarre anche indiretti vantaggi dagli incarichi ricoperti. L' idea e' ora quella di predisporne uno per la Rete delle Professioni tecniche che codifichi le modalita' di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte".    

Nel pomeriggio di mercoledi' prossimo - dopo la visita ad Amatrice - si terra' a Rieti una seduta straordinaria del Consiglio alla quale parteciperanno rappresentanti degli Ordini provinciali di Ascoli Piceno, Fermo, L'Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.  

 

Sisma, Cappochin: Amatrice sta diventando nuovo simbolo della ricostruzione

AGENPARL
3 ottobre 2016

"Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione. Secondo lo spirito del piano Casa Italia ed in linea con quanto illustrato dall'architetto e senatore a vita Renzo Piano serve, infatti, un grande sforzo collettivo, ma serve, soprattutto allagare lo sguardo alla citta' del futuro, mettendo la persona al centro di un grande progetto strutturale che rivoluzioni il Paese. Tutto cio' nella consapevolezza  - finora purtroppo non pienamente acquisita - di dovere custodire, per trasmetterla alle generazioni che verranno, la bellezza di citta', borghi e territori che abbiamo ereditario" Cosi' Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, insieme ai componenti dello stesso Consiglio, sara' ad Amatrice nella mattinata di mercoledi' 5 ottobre."Sara' un piano lungo decenni che solo progetti di qualita' espressioni di concorsi di architettura possono garantire  e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all'insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose".Per Walter Baricchi, coordinatore del Dipartimento Cooperazione, Solidarieta' e Protezione Civile del Consiglio Nazionale, "Amatrice deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte ciascuno nella peculiarita' delle proprie competenze. Il Consiglio Nazionale degli Architetti gia' dispone di un Codice etico per i professionisti volontari che prevede dure sanzioni per quanti possano trarre anche indiretti vantaggi dagli incarichi ricoperti. L' idea e' ora quella di predisporne uno per la Rete delle Professioni tecniche che codifichi le modalita' di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte."Nel pomeriggio di mercoledi' prossimo - dopo la visita ad Amatrice - si terra' a Rieti una seduta straordinaria del Consiglio alla quale parteciperanno rappresentanti degli Ordini provinciali di Ascoli Piceno, Fermo, L'Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.

 

Terremoto: architetti, Amatrice sta diventando simbolo ricostruzione 

Adnkronos/Labitalia
3 ottobre 2016

"Amatrice sta diventando nuovo simbolo della ricostruzione". A dirlo Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, che, insieme ai componenti dello stesso Consiglio, mercoledì 5 ottobre sarà ad Amatrice.       

''Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto -spiega- segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione. Secondo lo spirito del piano Casa Italia e in linea con quanto illustrato dall'architetto e senatore a vita Renzo Piano serve, infatti, un grande sforzo collettivo, ma serve, soprattutto, allagare lo sguardo alla città del futuro, mettendo la persona al centro di un grande progetto strutturale che rivoluzioni il Paese".       

"Tutto ciò -sottolinea- nella consapevolezza, finora purtroppo non pienamente acquisita, di dovere custodire, per trasmetterla alle generazioni che verranno, la bellezza di città, borghi e territori che abbiamo ereditato". ''Sarà un piano -chiarisce- lungo decenni che solo progetti di qualità espressioni di concorsi di architettura possono garantire e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all'insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose''.       

Per Walter Baricchi, coordinatore del dipartimento Cooperazione, solidarietà e protezione civile del Consiglio nazionale, "Amatrice deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte ciascuno nella peculiarità delle proprie competenze".       

"Il Consiglio nazionale degli architetti -ricorda- già dispone di un Codice etico per i professionisti volontari che prevede dure sanzioni per quanti possano trarre anche indiretti vantaggi dagli incarichi ricoperti. L'idea è ora quella di predisporne uno per la Rete delle professioni tecniche che codifichi le modalità di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte".

 

Sisma, Cappochin (architetti): Amatrice nuovo simbolo ricostruzione 

9Colonne
3 ottobre 2016

"Amatrice e le zone colpite dal sisma del 24 agosto segnano un punto di non ritorno nell'approccio alla ricostruzione. Secondo lo spirito del piano Casa Italia ed in linea con quanto illustrato dall'architetto e senatore a vita Renzo Piano serve, infatti, un grande sforzo collettivo, ma serve, soprattutto allagare lo sguardo alla città del futuro, mettendo la persona al centro di un grande progetto strutturale che rivoluzioni il Paese. Tutto ciò nella consapevolezza - finora purtroppo non pienamente acquisita - di dovere custodire, per trasmetterla alle generazioni che verranno, la bellezza di città, borghi e territori che abbiamo ereditato". 

Così Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, insieme ai componenti dello stesso Consiglio, sarà ad Amatrice nella mattinata di mercoledì 5 ottobre. "Sarà un piano lungo decenni che solo progetti di qualità espressioni di concorsi di architettura possono garantire  e che devono necessariamente essere accompagnati da procedure all'insegna della massima trasparenza e della necessaria semplificazione, ma assolutamente non meno rigorose". 

Per Walter Baricchi, coordinatore del Dipartimento Cooperazione, Solidarietà e Protezione Civile del Consiglio Nazionale, "Amatrice deve essere anche il simbolo di un nuovo modello di approccio alla ricostruzione da parte di tutti professionisti che vi prendono parte ciascuno nella peculiarità delle proprie competenze. 

Il Consiglio Nazionale degli Architetti già dispone di un Codice etico per i professionisti volontari che prevede dure sanzioni per quanti possano trarre anche indiretti vantaggi dagli incarichi ricoperti. L' idea è ora quella di predisporne uno per la Rete delle Professioni tecniche che codifichi le modalità di comportamento per tutte le figure professionali coinvolte." Nel pomeriggio di mercoledì prossimo - dopo la visita ad Amatrice - si terrà a Rieti una seduta straordinaria del Consiglio alla quale parteciperanno rappresentanti degli Ordini provinciali di Ascoli Piceno, Fermo, L'Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Teramo e Terni.   

Mappa del sito